Tima Kurdi

Quel 2 settembre 2015 la realtà della crisi umanitaria siriana si è imposta come una deflagrazione, dopo anni di quasi totale indifferenza. Aveva solo tre anni, Alan, e insieme alla famiglia cercava rifugio da una lunga e insensata guerra. Indossava la maglietta rossa che le mamme mettono ai loro bambini perché è il colore che si nota di più in mezzo al mare, in caso di naufragio. Ma non c'è rosso che tenga agli occhi di chi non vuol vedere.

di Francesco Greco

Una setta misteriosa super segreta ha sede in un'antica costruzione di un paesino calabrese. Un giornalista, Marco, inviato sul posto - possiede fonti esclusive - deciso a fare lo scoop della sua vita. Ma nulla è come appare, in questa storia che potremmo definire un insolito e originale thriller spirituale. Il gruppo editoriale per cui lavora Marco non è così innocente come sembra e Marco,

di Agnese Moro

“Aldo Moro non appartiene solo a noi, ma anche al suo Paese.” È questo uno dei motivi per cui Agnese Moro si convince dell’importanza di raccontare il personaggio che ha segnato la storia italiana; una delle radici, buone, della democrazia.

Andra Bucci, Tatiana Bucci 

La sera del 28 marzo 1944 i violenti colpi alla porta di casa fanno riemergere negli adulti della famiglia Perlow antichi incubi. La pace trovata a Fiume, dopo un lungo peregrinare per l'Europa cominciato agli inizi del Novecento in fuga dai pogrom antiebraici, finisce bruscamente: nonna, figli e nipoti vengono arrestati e, dopo una breve sosta nella Risiera di San Sabba a Trieste, deportati ad Auschwitz-Birkenau, dove molti di loro saranno uccisi. Sopravvissute alle selezioni forse perché scambiate per gemelle o forse perché figlie di un padre cattolico, o semplicemente per un gioco del destino, le due sorelle Tatiana (6 anni) e Andra (4) vengono internate, insieme al cugino Sergio (7), in unKinderblock, il blocco dei bambini destinati alle più atroci sperimentazioni mediche.

Versace Graziano

«Ambientato in Calabria all'inizio degli anni Ottanta, "Il giorno in cui Signora Aria partì" racconta la storia di una famiglia allo sbando, ed è, nel contempo, la storia di una formazione letteraria strampalata, come la definisce Luca, Io narrante del romanzo. La madre è andata via anni prima, lasciando lui e la sorellina Matilde nelle mani di un padre/marito che vive di espedienti, piccolo truffatore di provincia con velleità letterarie.

di MASELLI MARIA CRISTINA

È il 1437 quando per la prima volta gli sguardi di Sigismondo Pandolfo Malatesta e di Isotta degli Atti s’incrociano fugacemente. Lui, ventenne, è il turbolento e ambizioso Signore di Rimini e di Fano, lei una bambina di soli cinque anni, figlia di un piccolo nobile della zona. Isotta, dopo quel primo incontro, cresce nel mito di Sigismondo e grazie alla carica del padre ha la possibilità di rivederlo.

Altri articoli...

Sottocategorie